• Cerca nel sito
Presse in cloud ad EMO 2019

Presse in cloud

Quest’anno ad EMO2019 daremo dimostrazione pratica di come le nostre macchine possono diventare smart.

Il nostro software Calipso, creato internamente da Mecolpress per il controllo statistico dello stampaggio, consente di monitorare l’attività della pressa durante tutto il ciclo di produzione.

È uno strumento prezioso per analizzare la produzione ed intervenire dove necessario per ottimizzarla.

Questo software intelligente per l’analisi del processo produttivo, prevede inoltre una sofisticata tecnologia per la gestione degli scarti.

Una volta prodotti tutti questi dati, sarà possibile storicizzarli, analizzarli ed importarli nel sistema gestionale del cliente.

 

Per ogni ciclo macchina, vengono registrati una serie di parametri, sul pannello operatore, vengono visualizzati in forma tabellare gli ultimi 10 cicli.

Esempio Pannello operatore Calipso

I parametri vengono inoltre registrati (ultimi 10000 cicli) e visualizzati sottoforma di trend.
Tramite il trend è possibile eseguirne un controllo incrociato, in modo da evidenziare le cause di eventuali difformità.

Un esempio:

Grafico trend Calipso

Alla fiera EMO2019 di Hannover presentiamo però qualcosa in più:

una dimostrazione pratica, un esempio di come le nostre macchine possono comunicare con sistemi e dispositivi esterni.

Grazie alla collaborazione col reparto Industrial IoT di Smeup, è stato possibile integrare la nostra nuovissima pressa meccanica HEAVY 400 e l’idraulica ME 100 con la loro piattaforma IoT.

Le informazioni di produzione rilevate da Calipso possono essere così visualizzate attraverso delle dashboards, dei cruscotti di visualizzazione real time per una comprensione ottimale dei dati raccolti dal campo.

La prima necessità conseguente alla raccolta di dati è quella di rappresentarli in modo chiaro e comprensibile. Le dashboards renderanno chiaro, a prima vista, cosa sta succedendo. Il dato viene da subito trasformato in informazione.

La creazione delle dashboards avviene tramite uno strumento web semplice, intuitivo e di grande impatto visivo.  Guardare qualcosa che sta avvenendo nel momento stesso in cui state osservando, è molto diverso dal vedere dati in differita. In un panorama dove la velocità nel prendere decisioni è un fattore determinante, questi strumenti offrono un importante contributo.

 

È possibile monitorare tutto questo, oltre che in locale, anche in cloud: aspetto molto interessante in quanto è possibile, tramite un semplice browser, visualizzare il risultato tramite qualsiasi strumento connesso alla rete, dallo smartphone al tablet al pc, potrete sempre prendere visione dei dati raccolti, il tutto in real time!

Monitorare l’attività della pressa, avere le informazioni che ci interessano sempre a portata di mano, ottenere importanti allert o messaggi utili ad esempio ad una manutenzione predittiva, è un plus interessante anche per il settore dello stampaggio che oggi più che mai diventa intelligente e al passo con le richieste del mercato!

calipso in cloud

Continuate a seguirci, le novità non mancheranno!

Read More

SPC CALIPSO

From Wikipedia, :

“Statistical process control (SPC) is a method of quality control which uses statistical methods. SPC is applied in order to monitor and control a process. Monitoring and controlling the process ensures that it operates at its full potential. At its full potential, the process can make as much conforming product as possible with a minimum (if not an elimination) of waste (rework or scrap). SPC can be applied to any process where the “conforming product” (product meeting specifications) output can be measured. Key tools used in SPC include control charts; a focus on continuous improvement; and the design of experiments. An example of a process where SPC is applied is manufacturing lines.”

 

Come tradurre in parole più semplici il concetto di Controllo Statistico di Processo?

Albert Einstein:
“Se facciamo ciò che abbiamo sempre fatto, nello stesso modo in cui lo abbiamo sempre fatto, otterremo sempre lo stesso risultato”.

 

Il grande fisico faceva questa affermazione con una valenza negativa, per suggerire la necessità di innovare. Ma allo stesso modo possiamo avere una applicazione totalmente positiva di questa affermazione:essere in grado di ripetere esattamente un metodo di lavoro che ha dato risultati positivi, produrrà sicuramente risultati altrettanto positivi.

Trasferiamo i concetti al nostro mondo, allo stampaggio a caldo dei metalli. Ecco un esempio:

Se durante un ciclo di stampaggio abbiamo prodotto un pezzo perfettamente rispondente ai requisiti d’ordine dopo verifiche dimensionali, qualitative, estetiche, è altamente probabile che successivi cicli di stampaggio effettuati con identici parametri portino allo stesso risultato produttivo.

Durante il processo di stampaggio a caldo di un componente, ci sono molti parametri che possono influire sul risultato e quindi sulla qualità del pezzo prodotto, tra cui:

  • Temperatura delle billette,
  • forza di chiusura stampo,
  • forza esercitata dai punzoni laterali,
  • tempo ciclo complessivo,
  • corsa dei punzoni,
  • tempo di ingresso dei punzoni nello stampo,
  • peso del pezzo scaricato,…
    Read More